Associazione Primavera ONLUS - Località Pala Pirastru - Santa Maria La Palma - 07041 Alghero (SS) - tel: 079/999191-999233  Fax: 079/9999191

Progetto terapeutico

Il Programma Terapeutico tende a promuovere negli ospiti il raggiungimento di uno stato di maturità e di autonomia della persona.
L’intervento propostosi fonda su tre direttive principali (psicoterapia, socializzazione, ergoterapia) ed ha la durata orientativa di circa 18 mesi a seconda delle caratteristiche soggettive dell’utente.

L’aspetto psicoterapico è strutturato mediante sedute bisettimanali di psicoterapie di gruppo, colloqui individuali e terapie familiari condotte dagli psicologi psicoterapeuti della comunità.
Nei casi in cui dovesse rivelarsi indicato è possibile avvalersi di un ulteriore sostegno di tipo psichiatrico in quanto l’Associazione collabora attivamente con gli psichiatri del Centro di Salute Mentale di Alghero.
A cadenza quindicinale vengono fatti degli incontri di verifica aperti a familiari ed utenti che offrono la possibilità di riflettere sulle dinamiche familiari e ai genitori o partner la possibilità di verificare le proprie modalità comportamentali nel rapporto con il soggetto.

L’aspetto socioterapicoè garantito dalla vita sociale e normativa del gruppo, alla quale ognuno deve partecipare attivamente e responsabilmente. Prevede attività ricreative, musica, programmi televisivi, attività sportive e laboratori di manualità artistiche, con la finalità di promuovere l’aggregazione, l’informazione, la cooperazione per il raggiungimento di un obiettivo comune, e  la comunicazione delle proprie emozioni attraverso l’espressione creativa. Viene favorito inoltre il confronto con gruppi esterni appartenenti al mondo del volontariato, dello  sport, ecc..

L’aspetto ergoterapico, infine, è dato dall’attività nei settori di lavoro, organizzati e diretti da tecnici qualificati, e diversi a seconda della struttura: essi riguardano la zootecnia (bovini e ovini),  l’agronomia (colture intensive, orticoltura, serre), la meccanica, la saldocarpenteria metallica, l’edilizia, le manutenzioni interne, il giardinaggio, la cucina, il caseificio, la lavanderia. Nella struttura che, invece, accoglie utenti di sesso femminile, i settori di lavoro riguardano la cucina, il torronificio, l’apicultura, il giardinaggio ed il decoupage.
Ogni settore ha un tecnico-insegnante, che organizza il lavoro con il fine di far acquisire all’interessato una buona formazione professionale.
Agli ospiti sprovvisti di un titolo di studio viene data l’opportunità di frequentare corsi di recupero scolastico per conseguire  la licenza media.
Il programma terapeutico è diviso in diverse fasi. L’avanzamento nel programma non è automatico, ma verrà attentamente valutato dall’intera equipe educativa in base ai traguardi evolutivi raggiunti dall’individuo. Il parere sull’avanzamento nel programma viene inoltre condiviso con il gruppo al fine di favorire l’aggregazione e la consapevolezza di perseguire un obiettivo comune.

Nei primi tre mesi l’utente dovrà impegnarsi a osservare, conoscere il programma comunitario con la sua organizzazione, socializzare con i propri compagni e adeguarsi al rispetto delle regole comunitarie. Inoltre, settimanalmente cambierà settore di lavoro per conoscerli tutti e facilitarne la scelta successiva.
A questa prima fase di inserimento, farà seguito una fase di partecipazione attiva alla vita di comunità, con una graduale ripresa dei contatti con la realtà esterna attraverso rapporti epistolari e telefonici.
Sulla base del raggiungimento di una maturità personale e dell’acquisizione della capacità di essere responsabili verso se stessi e gli altri, l’èquipe educativa valuta la possibilità di un graduale reinserimento attraverso uscite con i familiari prima, successivamente con uscite individuali ed infine con il reinserimento sociale.
Quest’ultima fase del programma ha la finalità di favorire il reinserimento in società ed in particolare nel mondo del lavoro. Di pari passo il distacco dalla comunità sarà graduale e il programma terminerà quando si riterranno solide le basi per una buona separazione-individuazione e si sarà completato un processo evolutivo culminante nell’acquisizione dell’autonomia personale e della non-dipendenza.

Prevediamo una durata complessiva del programma di circa 18 mesi, anche se tale durata potrebbe variare in base alle caratteristiche individuali emerse durante il percorso comunitario, in accordo con gli enti competenti e la loro disponibilità di proroga.